Produzioni Seriali

Lo studio di architettura e interior design giapponese 07BEACH ha recentemente completato il progetto di BAKE, panetteria specializzata nella produzione di tortine al formaggio. L’idea alla base del progetto è quello di mettere in luce il processo produttivo degli alimenti prodotti. Il concept di Bake è pensato all’interno di un grande, moderno storefront in cemento armato a doppia altezza; con una strategica tavolozza di colori che variano dal giallo (come le tortine) al grigio uniforme per differenziarsi dalla variegata quantità di colori del quartiere in cui è situato.

modern-bakery-architecture-interior-design-020118-148-02-800x1806

Per creare una superfice uniforme e al contempo realizzare una sorta di invito a seguire il processo di produzione, i progettisti hanno pensato il percorso, dall’ingresso alla cassa, come una sorta di “promenade”, per riflettere la pendenza dell’interno del negozio, e permettere  ai passanti o alle persone in coda di vedere i lavoratori all’interno.
modern-bakery-with-large-windows-retail-design-020118-147-03-800x1076 - Copia
modern-bakery-with-large-windows-retail-design-020118-147-05-800x1806 - Copia
L’inserimento di specchi a soffitto contribuiscono a rendere il meccanismo della macchina produttiva ancora più evidente.
Annunci

la nuova cantina di Bolzano

Lo studio di architettura Dell’angolo Kelderer firma il progetto di una nuova Cantina Vitivinicola a Bolzano, nei pressi di San Maurizio. La costruzione, che dovrebbe essere conclusa entro il 2018, si caratterizza per un’architettura all’avanguardia, completamente integrata nell’ambiente collinare in cui è realizzata. Coniugando mirabilmente  funzionalità e valorizzazione del vino ad eco-sostenibilità e tutela del paesaggio, lo studio Dell’angolo Kelderer (come in altri casi prima del loro progetto)utilizza la pendenza naturale del suolo per realizzare il processo di lavorazione a caduta del vino che non prevede dunque l’ausilio di pompe, rispettando la qualità del vino e consentendo un notevole risparmio energetico durante le varie fasi di produzione.

Cantiere cantina sociale Bolzano

La struttura, che riunirà la produzione proveniente da tutti i vigneti cittadini, si sviluppa su una superficie agricola di circa 20.000 metri quadrati, ed ha richiesto uno scavo profondo circa 31 metri con lo spostamento di 180.000 metri cubi di terreno. L‘edificio centrale ospiterà gli uffici dell’amministrazione e della vendita, ed è separato dall’edificio in cui si trova l’impianto di produzione, inserito in un cortile a forma semicircolare incassato nel terreno.

 

Nuova cantina sociale green a Bolzano

 

Si tratta della prima cantina sociale ad avere la certificazione CasaClimaWine®.
Per garantire una temperatura interna tra i 14°e i 16°, è stato previsto un isolamento a cappotto posto in tutte le aree vicine alle superfici murarie. , Le pareti laterali della cantina sono isolate fino ad una profondità di tre metri.

La ventilazione degli ambienti sotterranei è assicurata da un sistema a quattro pozzi di ventilazione con aperture controllabili regolate a seconda della temperatura interna ed esterna. L'”effetto camino” permette di mantenere la ventilazione senza ventilatori ausiliari quindi senza alcun consumo di energia elettrica.

 

Sistema aerazione efficiente cantina sociale Bolzano

L’energia termica necessaria per il processo di riscaldamento dell’acqua si ottiene grazie ad un impianto a pellet completamente autonomo, supportato in caso di guasto da una caldaia a gas. L’acqua refrigerata necessaria per il raffreddamento di ambienti e serbatoi viene prodotta con moderni chiller a CO2. Il calore scartato dalla produzione di freddo e di aria compressa, viene utilizzato per la produzione di acqua calda, riducendo del 45% il consumo energetico per la sua produzione.

 

pianta Cantina sociale Bolzano

 

Grazie alle scelte impiantistiche viene assicurato il miglior comfort climatico sia termico che acustico, oltre che un’alta qualità dell’aria ed è garantito un uso ottimale della luce naturale.
L’edificio rappresentativo,  è un semplice prisma, caratterizzato dalla concezione della sua pelle esterna. La struttura del prisma sarà di vetro e lo strato esterno verrà costituito da foglie di vite stilizzate realizzate in lamiera traforata di alluminio color bronzo. La luce filtra attraverso la pelle esterna verso l’interno dell’edificio.

 

Facciata esterna cantina sociale Bolzano

 

Un’opera simbolo per l’intera città di Bolzano

La nuova Cantina Bolzano, la cui fine dei lavori è prevista per la prossima vendemmia 2018, darà la possibilità ai visitatori di fare tour guidati nella struttura. La grande terrazza panoramica permetterà di osservare i vigneti terrazzati con le Dolomiti sullo sfondo. Sarà possibile vedere la cantina di affinamento situata alla base dell’edificio produttivo dove il vino riposa nelle barrique. L’enoteca sarà aperta ai visitatori che vorranno conoscere da vicino il lavoro della più grande cantina urbana dell’intero arco alpino.

 

Burrito loco un tocco di Messico a Praga

modern-restaurant-interior-design-mexican-051217-1128-01-800x533
Studio Formafatal ha recentemente completato Burrito loco, un nuovo ristorante-fast food messicano a Praga. Tema dominante del ristorante è il cactus nella sua versione più iconografica.
modern-restaurant-interior-design-mexican-051217-1128-02-800x2410
Il tema del cactus, declinato in ogni suo aspetto, viene riproposto come elemento decorativo, come oggetto illuminante, come scultura realizzata in filo spinato (attenzione alle spine!) 
modern-restaurant-interior-design-mexican-051217-1128-04-800x1200
modern-restaurant-interior-design-mexican-051217-1128-03-800x1139
Altro elemento ricorrente, e a mio avviso un po’ kitsch, è rappresentato dalle lampade sombrero, ma tutto sommato, cactus, bandierine di carta intagliata e sombrero sono simboli immediatamente riconoscibili anche in paesi molto lontani dal Messico, quindi ci può stare.
Gli interni del locale sono rivestiti in lamiera ondulata tinta di bianco su cui campeggiano grandi scritte in colori brillanti, quasi come riportare all’interno di uno spazio chiuso  l’apertura e la spazialità di una baracca in riva all’oceano.
 

Formafatal_Burrito_Loco_13

Formafatal_Burrito_Loco_dodatek_01

Agro Food Park (AFP) Danimarca

William McDonough + Partners , GXN, 3XN Architects, BCVA e Urland hanno collaborato per sviluppare un Master Plan per l’Agro Food Park (AFP), un hub per l’innovazione agricola nei pressi di Aarhus in Danimarca.
Con l’obiettivo di fungere da punto di riferimento per il futuro sviluppo globale dell’industria alimentare, il progetto combinerà densità urbana con campi agricoli di prova in una collaborazione di business accademico e commerciale.

Agro Food Park Expansion in Denmark to Combine Urbanity and Agriculture , Courtesy of William McDonough + Partners and GXN

Nel corso dei prossimi 30 anni, l’attuale AFP-che è stato aperto nel 2009 e si estende 44.000 metri quadrati con quasi 1.000 dipendenti-si espanderà di un ulteriore 280.000 metri quadrati.
Abbiamo il privilegio di essere stati scelti da GXN per collaborare a quello che diventerà un ecosistema imprenditoriale per affrontare il futuro delle risorse alimentari e vegetali.
Ha detto William McDonough, fondatore di William McDonough + partner e co-autore del testo, culla per Culla: rifare il nostro modo di fare le cose.
Sono state individuate cinque aree di interesse per migliorare l’AFP attraverso la nuova espansione: materiali sani, energia pulita, aumento della biodiversità, aria salubre e acqua pulita.
Siamo nel secolo ecologico. Dopo decenni di distruzione impensata di clima, acqua e terra, ora è il momento di ripristinare e ricostituire le risorse biologiche del nostro pianeta per tutte le specie della terra.
Ha dichiarato McDonough.
Una dimostrazione di città di carbonio positivo presso il parco agro-alimentare può essere l’incarnazione di questo nuovo secolo. La sua acqua pulita, aria, suolo e energia che funge da fonte continua di innovazione economica ed ecologica e la rigenerazione, ridefinendo come possiamo emanare un positivo e futuro abbondante.
Il Master Plan del progetto sarà composto da tre elementi principali:
il prato; uno spazio centrale verde comunale, la striscia, la strada principale di AFP;  le piazze, che si legano insieme al cluster di edifici con identità individuali del quartiere.

Pizza wave

A Barcellona, anche grazie alla sempre maggiore presenza di italiani nella città catalana, l’onda lunga dell’amore per la pizza , invaso ramblas e stradine. Un numero sempre maggiore di locali specializzati propongono la questo cibo easy e cool nelle sue infinite versioni:  sottile, croccante, napoletana…
Cibo gourmet o veloce. Tutti hanno bisogno di un posto che è all’altezza.
Tra gli infiniti locali presenti nelle vie cittadine, ecco i cinque più interessanti
Parking Pizza
Parking-Pizza-thecreativenet-diariodesign
Un vecchio parcheggio trasformato in bar pizzeria, non in un ristorante. Ispirato alle specialità del mondo e specializzato nella pizza come fast food.
Grandi tavoli condivisi, uno stile semplice e casalingo e  prezzi contenuti, caratterizzano questo locale. Il suo proprietario, Marcos Armenteras, ha lavorato per anni in ristoranti di fascia alta e voleva un cambiamento. Così ha deciso di aprire una cosa semplice, con un menù che offre solo 9 tipi di pizze a pasta sottile. Il tuo trucco? Lasciare fermentare la pasta per 24-36 ore.
Can pizza
Casa-Pizza-thecreativenet-diariodesign
Tre anni fa i fratelli Colombo (veneziani gemelli proprietari del xemei, il brutale bar e la Pizzeria Frankie Gallo Cha Cha Cha)  si sono stati associati con Isaac Aliaga, per aprire un Santuario della pizza a El Prat. Quello che doveva essere un bar sulla spiaggia finì per trasformarsi in una pizzeria. L’unica condizione di Isaac era aprirlo fuori da Barcellona. l posto è spazioso, con mobili in legno, un forno a vista e frasi divertenti sulle pareti come “quello che Apizza non è un traditore”. ed è che l’immagine di questo posto è molto speciale. L’intero progetto è stato gestito dallo studio Sorry, che ha vinto un premio LAUS per l’immagine aziendale di questo progetto.
Frankie Gallo Cha Cha Cha
Frankie-Gallo-thecreativenet-diariodesign
Un’altra delle avventure dei fratelli Colombo, questa volta in collaborazione con José Parrado (exdueño del Cañete). Il risultato è un spazio ampio ed accogliente, con un patio e un soppalco. L pizze accuratamente preparate dal  pizzaiolo romano Lollo Vuoturni. La sua tecnica per fare la massa si basa su un’elaborazione simile a quella che si usa per fare pane. Un bar affezionato alle pizze che pretende di essere una fusione tra il Bar Brutale e la pizzeria diurna Can Pizza, dove potere mangiare e prendersi qualcosa fino all’1.30 della mattina.
Pizzeria Massa
Massa-thecreativenet-diariodesign
Questa pizzeria scommette su un concetto completamente personalizzato della pizza.  Lo spazio è decorato con elementi molto pop ma con uno stile essenziale che riportano all’estetica del gruppo Memphis. Ci sono quattro basi differenti da scegliere, oltre ad un’infinità di ingredienti che si possono combinare.
Pizzeria Leccabaffi
Leccabaffi-thecreativenet-diariodesign
Questo progetto nasce come  piccolo locale di cibo italiano, dove inoltre erano in vendita anche diversi prodotti di importazione. L’idea si è evoluta in un ristorante ampio, luminoso e molto cool ubicato in un’antica fucina ristrutturata di cui è stata mantenuta l’atmosfera e alcuni materiali presenti.

Gourmet Food Festival

 

Gourmet Food Festival IN PROGRAMMA DAL 17 AL 19 NOVEMBRE PRESSO IL LINGOTTO FIERE DI TORINO, è un nuovo grande evento che nasce dalla collaborazione tra Gambero Rosso e Lingotto Fiere, che vuole essere una tre giorni rivolta al mondo dei foodies, degli amanti dei prodotti enogastronomici italiani di qualità e degli operatori interessati ad avviare nuovi contatti professionali. Un evento dove il pubblico potrà vivere eventi, degustazioni, dibattiti e workshop con chef ed esperti del Gambero Rosso e inoltre assaggiare e acquistare le eccellenze enogastronomiche dei produttori e degli artigiani espositori, portando così a casa l’esperienza gourmet appena vissuta.
Il programma delle attività, curato da Gambero Rosso, vedrà la partecipazione dei più noti talent di Gambero Rosso Channel (Sky 412)

Gourmet

IL FORMAT

Immagina una grande piazza dove si ritrovano tutti insieme alcuni dei più grandi artigiani del gusto (cuochi, pasticceri, pizzaioli, cioccolatieri, panettieri, norcini, casari, contadini 2.0…) e dove c’è la possibilità di soddisfare ogni curiosità in tema di cibo.
Le diverse modalità di interazione con le aree tematiche permetteranno una completa esperienza a misura di vero amante della cucina attraverso quattro azioni:

FARE
Corsi pratici di cucina, pasticceria e panificazione in una cucina professionale

ASSAGGIARE
Degustazioni guidate di prodotti artigianali e piatti degli chef premiati dal Gambero Rosso

IMPARARE
Gli esperti di settore guidano alla spesa intelligente: “comprare bene al giusto prezzo”

ACQUISTARE
I prodotti di piccoli e grandi artigiani italiani, selezionati dal Gambero Rosso

Il GFF sarà diviso inoltre in quattro aree tematiche:

PRODOTTI E CUCINA
salumi, formaggi, olio, carni, pesci, verdure, ecc…

DOLCE
pasticceria, gelato, cioccolato, caffè, tè e tisane

PANE E PIZZA
i pani d’Italia, pizza napoletana, a degustazione, all’italiana

BEVERAGE
vino, birra, mixology.

Nello spazio dedicato all’intrattenimento enogastronomico, declinato in Quando il cibo fa spettacolo: mattatori della scena grandi nomi del panorama nazionale, da Simone Padoan  a Stefano Callegari . Da Iginio Massari Max Mariola, da Vito Igles Corelli . E ancora Gino Sorbillo , Sal de Riso Massimo d’Addezio e Marcello Trentini  e Matteo Baronetto e Patrick Ricci.