#tollefave, una nuova comunità del cibo

Tolle* e fave, ( #tollefave ) un piatto della cucina contadina abruzzese (tollese in particolare), diventa comunità del cibo coinvolgendo 10 produttori locali e Slow Food Francavilla. Obiettivo è quello di tutelare e valorizzare un piatto della tradizione tollese ricercato e prelibato e raro. Rarissime sono infatti le tolle: che vanno cercate nelle campagne e raccolte prima che il livello di maturazione le porti a diventare troppo dure (un momento magico di breve durata).

 A Tollo, in provincia di Chieti, sede della neo-nata comunità del cibo,  luogo ricco di campagne che circondano tutto il territorio circostante al paese; ogni anno si svolge la sagra di Toll e fave con un cartellone ricco di eventi e di degustazioni.

11154817_678740102254777_6810076523483399479_o

11167957_10203718668880105_3257455785574806529_n

Trionfo di colori e profumi per il piatto tradizionale tollese ‘Tolle e Fave’ rivisitato  dallo Chef Alessandro Quintili Di Ghionno

*****

 Per chi non fosse avvezzo a questo alimento o, semplicemente non lo conoscesse si precisa che le “tolle” sono i  germogli delle piantine dell’aglio, praticamente la parte centrale, quello stelo che se non viene tolto fiorisce e impedisce all’aglio di maturare.

tolle

La versione tollese del piatto è con peperone dolce secco.

ingredienti:

un mazzetto di tolle privato del bocciolo;

olio extravergine d’oliva;

un mucchietto di fave fresche sbucciate;

1 o due peperoni dolci, secchi fritti;

acqua, sale e basilico.

 Procedimento:

Prendere un mazzetto di tolle, reciderle all’altezza del boccioletto che hanno in cima e spezzettarle.

Metterle in pentola con un fondo di olio extravergine d’oliva, acqua, sale e basilico e quando si saranno ammorbidite aggiungere le fave sbucciate e lavate.

In alternativa: bollirle per una decina di minuti e, nella stessa acqua, bollire le fave.

 Versare tutto in padella.

Lasciare cuocere fino a quando la buccia delle fave non sarà raggrinzita e quando le tolle non saranno fragili, filamentose.

Aggiungere peperone dolce secco e fritto

fale

…per il ritorno al lavoro

Sono stata assente per un po’ ma ora ritorno, lentamente e con un po’ di dolcezzan con questa ricettina semplice semplice per ritornare alla vita di tutti i giorni e affrontare la mattinata con un sorriso.

Buona mattinata.

Barrette ai cereali fatte in casa

Ingredienti per circa 15 pezzi:

  • 150 g di cereali misti biologici
  • 70 g di nocciole tritate (o mandorle o sesamo o noci o arachidi o un misto di tutto ciò)
  • 50 g di zucchero di canna grezzo
  • 150 g di sciroppo d’acero (0 miele)
  • un cucchiaino raso di zenzero in polvere
  • scorzette di limone tagliate finissime (come variante golosa usare gocce di cioccolato)

    barrette

_Pesare gli ingredienti;

_mettere lo zucchero e lo sciroppo d’acero (o il miele) in un pentolino (meglio se antiaderente);

_far scaldare a fuoco medio-basso e rimestare continuamente per non far attaccare lo zucchero sul fondo;

_ unire i cereali e le nocciole quando il composto diventa liquido;

_Mescolare bene (i cereali e la granella di nocciole non dovranno mai incollarsi sul fondo) per circa 20 minuti;

_aggiungere lo zenzero e le scorzette di limone;

_mescolare ancora e spegnere il fornello;

_versare il composto in una teglia ben oliata (o foderata con carta da forno oliata);

_con una paletta di legno livellare la superficie per stendere bene l’impasto;

_intagliare lo strato ottenuto formando delle barrette di forma regolare e lasciate freddare.

Una volta indurito l’impasto, rimuovere le barrette dalla teglia,  incartarle singolarmente con della carta da forno e dello spago da cucina (per portarle comodamente con se) oppure riporle in un contenitore ermetico, separandole sempre con della carta da forno.

…oggi siamo a 39

…oggi festeggio il mio compleanno e per l’occasione vi offro una interessante ricetta (molto buona e molto calorica…ma chi se ne importa!)

torta al cioccolato con crema di mascarpone e caffè

Per la torta

  • 250 g. di farina + quella per le teglie
  • 60 g. di cacao amaro in polvere
  • 1 bustina di lievito in polvere per dolci
  • 1 pizzicone di sale
  • 170 g. di burro a temperatura ambiente + quello per le teglie
  • 420 g. di zucchero di canna
  • 3 uova grandi
  • 1 bustina di vanillina
  • 220 ml. di yogurt bianco
  • 4 cucchiaini colmi di caffè in polvere solubile dissolto in 180 ml. di acqua calda

Per la crema

  • 30 g. di cacao amaro in polvere
  • 1 cucchiaio colmo di caffè solubile in polvere
  • 350 ml. di panna liquida da montare
  • 270 g. di zucchero
  • 450 g. di mascarpone
  • riccioli di cioccolato fondente (opzionali)

Prima Fase:

La torta___Preriscaldate il forno a 165 gradi, e mettete la griglia al centro. Imburrate generosamente due teglie rotonde aventi diametro di 23 cm.; spolverate con la farina, eliminate ogni eccesso rovesciandole; ed infine ricoprite il fondo delle teglie con carta forno ritagliata di misura.
 
_Passate al setaccio la farina, il cacao in polvere, il lievito, la vanillina e il sale e mettete il tutto in una ciotola. Usando un robot da cucina o uno sbattitore sbattete il burro fino ad ottenere un composto liscio. Unite lo zucchero di canna e sbattete ancora 2 minuti. Unite le uova una alla volta e sbattete dopo ogni aggiunta. Ora unite la farina e lo yogurt in tre volte, sbattendo bene dopo ogni aggiunta. Gradatamente unite anche il caffé caldo sbattendo fino ad ottenere un composto liscio.
 
_Dividete il composto nelle due teglie, lisciate la superficie. Cuocete le torte fino a che uno stecchino inserito nel centro esce pulito, circa 40 minuti. Lasciate raffreddare le torte per 15 minuti nella teglia fuori dal forno. Fate passare un coltellino lungo i bordi di una teglia, rovesciatela su una gratella, rimuovete la carta forno sul fondo, e invertite di nuovo la torta su un’altra gratella. Fate lo stesso con l’altra torta. Lasciatele raffreddare completamente.

Seconda fase:

La crema___Setacciate il cacao in polvere in una ciotola grande, aggiungete il caffé solubile. Portate ad ebollizione 230 ml. di panna liquida. Versate la panna bollente lentamente sul miscuglio cacao e caffè, mescolate fino a che le polveri non saranno perfettamente dissolte, circa 1 minuto. Aggiunte la panna rimanente e lo zucchero, mescolate di nuovo per dissolvere il tutto. Fate raffreddare e poi passate la crema in frigorifero coperta.

_Aggiungete il mascarpone alla crema cacao-caffè preparata in precedenza. Usando uno sbattitore elettrico a bassa velocità sbattete fino a che i due ingredienti saranno amalgamati, aumentate la velocità e sbattete fino a che il composto formerà becchi consistenti quando alzate lo sbattitore, circa 2 minuti; non esagerate altrimenti il composto potrebbe agglutinarsi.

 _Usando un pennello da cucina spolverate le torte per eliminare eventuali briciole. Deponete una torta sul piatto da portata, distribuiteci sopra uno strato di crema, e poi mettete sopra la seconda torta, pressando leggermente per farla aderire. Stendete uno strato sottile di crema sui lati e sopra la torta. Fate raffreddare in frigorifero per 10 minti.
 
_Usando una spatola da pasticcere spalmate la crema rimanente sopra e sui lati della torta, cercando di fare dei ciuffetti decorativi. Distribuite sopra i riccioli di cioccolato se li usate. Conservatela in frigorifero, ma tiratela fuori 20 minuti prima di servirla.
 

N.B. __Per questa torta di compleanno usate delle candeline classiche di un unico colore, possibilmente chiare,  in questo modo risalteranno benissimo sul colore scuro della crema.

maiale e cavolfiore verde

è una ricetta molto semplice e veloce da realizzare in circa mezz’ora compresa la cottura.

per due persone:

due bistecche di maiale

mezzo cavolfiore romano

semi di sesamo e semi di finocchio

aceto balsamico

olio, sale e pepe

Salare le bistecche e cospargerle di semi di finocchio e semi di sesamo.

Tagliare a piccoli boccioli il cavolfiore metterli in padella con un po’ di aceto balsamico.

far cuocere insieme i due ingredienti irrorando ogni tanto con aceto balsamico.

servire caldo con un bicchiere di vino rosso corposo.