cibo-cantiere

Matteo Stucchi  maestro pasticcere di Monza,  costruisce mondi in miniatura con i dolci prodotti nella sua pasticceria.

Piccole storie, il racconto di situazioni  quotidiane, poeticità e divertimento..

“La bellezza di un dolce è importante come il suo gusto” dice Matteo  parlando del suo lavoro.

cibo-cantiere

Dessert-miniatures-pastry-chef-matteo-stucchi

Dessert-miniatures-pastry-chef-matteo-stucchi

 

Dessert-miniatures-pastry-chef-matteo-stucchi 

Dessert-miniatures-pastry-chef-matteo-stucchi

kitchen library

Una sala di lettura in piena atmosfera  “Arabeschi di Latte” con alcuni prodotti iconici Karimoku New Standard e variazioni realizzate appositamente per l’occasione.

KNMX13_206_DN23384_pre2KNMX13_205_DN23407_pre2KNMX13_203_DN23418_pre2KNMX13_204_DN23442_pre2KNMX13_207_DN23388_pre2

Una libreria temporanea con una speciale selezione ofbooks, a cura di edizioni Fortino. KNMX13_210_DN23475_pre2

KNMX13_218_DN23510_pre2

Lo spazio di luce diventa un rifugio tranquillo e ricreativo per riposare e leggere. Un’occasione unica di incontro nel cuore del nuovo distretto di progettazione a  Lambrate Ventura, dove fermarsi e assaporare idee e visioni.

KNMX13_223_DN23520_pre2541573_615685121793941_1342446590_n

http://www.fortinoeditions.com
http://www.fruitoftheforestmagazine.com
http://www.karimoku-newstandard.jpKNMX13_209_DN23456_pre2

Foodscapes gli scarti riciclati

Fuori salone 2013: Foodscapes, scarti alimentari rigenerati per una nuova collezione di contenitori 24

I gusci Foodscapes, progettati da WhoMade.it, e esposti presso il Padiglione Italia, in zona Ventura Lambrate, nei giorni del Salone del Mobile 2013, sono realizzati a partire dagli scarti alimentari.

L’idea è molto interessante poichè questi oggetti (pensati appunto  per essere ad impatto zero sull’ambiente) possono essere utilizzati per contenere alimenti secchi  e poi gettati via: basta scioglierli nell’acqua e utilizzarli come concime per il terreno.

Sono due i “modelli” disponibili:

il primo ottenuto dai gusci delle arachidi;

il secondo ottenuto dagli avanzi delle carote.

foodscap-3

WhoMade.it, è un  marchio italiano la cui attività di design sociale,  guarda alla valorizzazione dell’eccellenza dell’artigianato di nicchia.

dal sito:

IL PRE-CICLO E IL RE-CICLO DEL CIBO

Il progetto indaga l’essenza e la sostanza dei cibi all’interno del panorama che va dalla loro produzione industriale al loro consumo individuale. Dall’analisi del pre-ciclo del cibo, e quindi della vita del cibo prima che diventi per noi tale, si evidenzia come, in pressoché totale incoscienza, il nostro cibo venga indotto a crescere e diventare sostanza secondo logiche industriali in evidente contrapposizione a quelle naturali. Concettualmente il cibo diventa un insaccato nel quale proiettare le nostre nozioni di forma e gusto: un contenitore di sostanze biologicamente modificate, estruso contro la sua natura e senza margini di errore.

Crediamo che nutrirsi debba essere e rimanere un’azione naturale inserita in un ciclo continuo di libere trasformazioni. E se natura è libertà, progettare un re-ciclo del cibo è un modo per re-immettere nel cerchio quello che, per noi scarto, è nutrimento per altre forme di vita. Il progetto “Foodscapes” diventa un’azione di ricostruzione tecnica della materia alimentare di scarto, libera da additivi, conservanti, coloranti, addensanti, correttori e agenti artificiali, dove l’essenza naturale e la sostanza biologica del cibo tornano a coincidere per poi comunque rigenerarsi.

FOODSCAPE è un guscio creato con scarti alimentari. Ha la forma di un seme ed è adatto per contenere alimenti secchi. Concepito per rientrare nella logica dei cicli naturali, una volta esaurito il suo utilizzo, può essere sciolto in acqua e usato per concimare il terreno. Dal seme al frutto, dal frutto al seme e dalla terra alla terra.

FOODSCAPES è un progetto di Edoardo Perri e Dario Riva di Whomade in collaborazione con Michela Milani.

Info:
tel. +39 02 89656837
info@whomade.ithttp://www.whomade.it
http://www.michelamilani.com

Evento:
FOODMADE c/o Padiglione Italia
Via Oslavia 3, Milano (Ventura -­‐ Lambrate District)
9‐14 April 2013 / 10 am ‐ 8 pm
opening evening 10 April / 8 pm ­‐ 10 pm
http://www.padiglione­‐italia.com

 

Give me five!

Cinque dita per cinque gusti

Questa è la divertente idea proposta da Chocolat Factory.

Dieci ditali di cioccolata da mangiare leccandosi letteralmente le dita.

Sono disponibili con i seguenti e differenti gusti:

cioccolato fondente, cioccolato al latte, cioccolato al caramello, cioccolato bianco al limone , cioccolato bianco alla fragola.

torte e dintorni

Qualche volta, il compito di affettare un pezzo di torta, risulta molto meno semplice di quel che potrebbe sembrare.

Una soluzione interessante può trovarsi nel progetto della designer finlandese Maria Kivijärvi che propone una soluzione piuttosto semplice ma geniale: una sorta di pinza d’acciaio che permette di affettare con semplicità e portare al piatto il pezzo di torta senza rischiare di farlo cadere.

Quindi cosa dire se non… buon appetito!

 

Andrew Stellitano_ eat art

Il cibo, come protagonista  nei lavori del designer Andrew Stellitano, conquista la dignità di oggetto d’arte.

Non più solo semplici alimenti di qualità, le sue creazioni traggono ispirazione dal mondo della moda, del design e delle arti figurative.

Gli alimenti,  rivisitati o trasformati vengono riletti attraverso la lente del  suo particolarissimo stile visionario, che, a seconda dei casi, li rende sfoglie o delicati merletti,  brand o oggetti che nascondono, dietro la forma, la loro edibiltà.

 

Jamón ibérico
Jamón ibérico

 

Elizabethan Dessert Banquet
Elizabethan Dessert Banquet

 

Petrarchan Pasta
Petrarchan Pasta

 

Louis Vuitton Totopos
Louis Vuitton Totopos

 

Dehydrated Banana Leaf Doily's
Dehydrated Banana Leaf Doily’s

 

Poppadom
Poppadom

 

Gucci tiramisu
Gucci tiramisu