Home Farm

World Architecture Festival 2015 post expo: lo studio di architettura Spark ha presentato il suo concept per “la prossima generazione di abitazioni in comunità per anziani un agglomerato di case e strutture sanitarie combinate con un urban vertical farm.

Home-Farm_Spark_retirement-housing_Southeast-Asia_World-Architecture-Festival-2015_dezeen_9_

Denominato Home Farm, il progetto mira ad affrontare le principali questioni che interessano le città nel sud-est asiatico. Il primo è che il numero di persone sopra l’età di pensionamento è in rapida crescita, e la seconda è che la maggior parte del cibo è importata anziché coltivata in casa. Spark architects ritiene che entrambi questi problemi possono essere risolti trasformando queste case per anziani in aziende agricole autosufficienti, in grado di produrre frutta e verdura che possono essere vendute al fondo sanità e altri servizi per i residenti. Ai residenti sarebbe offerta un’occupazione part-time all’interno della farm, c permetterà ai residenti di avere un proprio reddito e di sentirsi parte attiva della comunità.

 

Home-Farm_Spark_retirement-housing_Southeast-Asia_World-Architecture-Festival-2015_dezeen_936_2

Home-Farm_Spark_retirement-housing_Southeast-Asia_World-Architecture-Festival-2015_dezeen_936_0

Home-Farm_Spark_retirement-housing_Southeast-Asia_World-Architecture-Festival-2015_dezeen_936_1

Lo studio  Spark  ha sviluppato la prima iterazione di Home Farm per Singapore, dove il 20 per cento della popolazione  avrà 65 anni entro il 2030, e dove viene importato il 90 per cento del cibo. Dopo aver fatto qualche ricerca, Pimbley ha scoperto che rimane comune per gli anziani ospitare i propri nipotini, c ha prodotto il progetto di una varietà di tipi di casa, che vanno da monolocali a 4 camere da letto.

Home-Farm_Spark_retirement-housing_Southeast-Asia_World-Architecture-Festival-2015_dezeen_936_5

Queste case sono situate all’interno di blocchi curvilinei sfalsati, disposti intorno alle zone di agricoltura per consentire ai residenti di osservare le attività in corso.

Home-Farm_Spark_retirement-housing_Southeast-Asia_World-Architecture-Festival-2015_dezeen_2_

“Abbiamo avuto molte discussioni per quanto riguarda gli aspetti sociali della Home Farm, problemi   molto più complessi da risolvere delle questioni tecniche dell’edificio,” ha detto Pimbley. “Non abbiamo intenzione di ‘costringere’ i residenti a lavorare, alcuni saranno naturalmente interessati alle attività di giardinaggio e alcuni saranno disinteressati, e questo è perfettamente normale,” ha detto. “Per questo motivo  ci sarà un team di professionisti impiegato per fare funzionare il giardino produttivo come un’attività redditizia.”

Home-Farm_Spark_retirement-housing_Southeast-Asia_World-Architecture-Festival-2015_dezeen_4_

Spark sta ora lavorando con uno sviluppatore malese per costruire la prima casa fattoria a Kuala Lumpur entro il 2018, con l’obiettivo di costruire in futuro  in altre città asiatiche. Il progetto è stato il vincitore del premio progetti del futuro: categoria sperimentale durante il World Architecture Festival 2015. “Abbiamo progettato questo concetto per Singapore, ma c’è il potenziale per poter essere applicato in qualsiasi posizione che avrebbe sostenuto la crescita di verdure a foglia verde sulla costruzione di facciate e tetti,” ha aggiunto Pimbley. “Il concetto è una soluzione realizzabile per problemi reali e pressanti, affrontato da molti delle città in crescita del mondo.”

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...