CIBO… non solo sapori

In una cornice di eccellenza, la Sala Triangolare del Castello Aragonese di Otranto (Le), si è svolta, nei giorni 28, 29 e 30 dicembre 2011 la  rassegna enogastronomica CIBO, non solo sapori, giunta alla sua quarta edizione.

Un percorso di conoscenza, ecco cosa attende il visitatore che si appresta a varcare i gradini che conducono alla galleria dove, alcune delle eccellenze nel panorama della produzione eno-gastronomica salentina e non solo, propongono ed espongono i loro prodotti.

Un universo fatto di profumi e sapori intensi, prodotti unici, frutto di ricerca o continuazione di tradizioni secolari; vini corposi, birre riscoperte, oli profumati, saporiti salumi e formaggi, dolci della tradizione reinventati e riletti in una chiave innovativa e fresca, rappresentano dunque solo il punto di partenza o forse di arrivo, per la riscoperta di un territorio, quello salentino, ancora sconosciuto ai più. Nel corso della manifestazione si sono degustati:

il pregiato capocollo di Martina Franca, affumicato con legno di quercia;

Capocollo Rosso di sera (Martinafranca _TA)

il caciocavallo podolico dal gusto saporito e intenso;

Caseificio Pioggia  (Martinafranca _TA)

il miglior Olio al mondo, premiato a Parigi, nell’ambito della AVPA con la medaglia d’oro;

Talento Olio Salento (Cutrofiano _LE)

il “PanTalento”, un “panettone”, novità assoluta del 2011, in cui è presente solo olio extravergine di oliva monovarietale, estratto da Cellina di Nardò;

Pasticceria Dolce Arte + Talento, olio salento (Cutrofiano _LE)

la birra artigianale di Lecce;

Birrificio B94 (Lecce)

il primitivo di Manduria e il Negroamaro entrambi vini della tradizione salentina oggi riscoperti.

Cantine Due Palme (Cellino San Marco _TA), 
Cantine Menhir (Minervino di Lecce _LE), 
az.vin. Mille Una (Lizzano _TA)

A contorno della manifestazione, ma strettamente legata ad essa, altri eventi hanno allietato il viaggio del visitatore alla scoperta del territorio pugliese, delle sue tradizioni, della sua cultura:

il 29 dicembre, lo spettacolo teatrale “La Storia di Taborre e Maddalena” di e con Mirko Lodedo ed Enrico Messina, lavoro che nasce dall’incontro di un attore e un musicista che, ritrovatisi intorno ad una tavola imbandita con cibi semplici, cominciano a raccontarsi;

il 30 dicembre, il convegno “Il Vino Made in Puglia: opportunità e prospettive future”, che ha visto la partecipazione di relatori di elevata esperienza nel settore come ad esempio Vittorio Cavaliere, Esperto di Marketing enogastronomico, Dario Cavallo, direttore commerciale dell’Azienda Vinicola Mille Una di Lizzano, Giacomo Mojoli, giornalista e docente al Politecnico di Milano. Infine, sempre il 30 dicembre, ma in Porta Largo Alfonsina, si è tenuto il concerto dei Ghetonìa, gruppo musicale della Grecìa Salentina, in cui confluiscono musica grika, balcanica, jazz e contemporanea.

Un pensiero su “CIBO… non solo sapori

  1. Ciao Barbara, sono capitata per caso sul tuo blog ed è stata una magnifica sorpresa. Condividiamo moltissimi interessi e dunque tornerò spesso da queste parti.
    A proposito della rassegna “Cibo”, che dire… l’eccellenze enogastronomiche della Puglia parlano da sole!
    A presto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...