illegal burger

Illegal Burger, a Oslo in Møller Gata 23, ha aperto in segreto alla fine dell’anno scorso ma da allora è diventato un ristorante molto in voga   tra gli amanti dell’hamburger alla brace.

Situato in uno spazio che ospitava un club “knock-three-times”, Illegal Burger, non si adatta a nessuno degli standard caratteristici dei fast food.  Con un look fresco e misterioso, proprio come il suo nome, il ristorante è localizzato in uno spazio davvero minimo:  soffitto basso,  43 metri quadrati di spazio utile, e spazi divisi da pareti in legno con grandi oblò, proprio come il ponte di una nave. Ed è proprio per la similitudine con la cambusa di una nave, che la cucina, stretta e lineare, si presenta a vista. 

In uno spazio tanto minimale, la flessibilità diventa uno dei punti chiave del progetto; ed è proprio grazie alla modificabilità di questo spazio piccolo, che Illegal Burger può trasformarsi in un ambiente capace di adattarsi a diverse situazioni come, feste eventi intimi, con tanto di dj, per feste a tarda notte.

 

Illegal Burger è stato istituito da tre soci: Emil Hesselberg un ristoratore, e due cuochi appassionati, Mike Henriksen e Jostein Kristiansen.
Gli interni e gli arredi sono stati progettati da Al Coulson.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...