cucina cassetto

La Designer Gitta Gschwendtner ha presentato, al salone del mobile di Milano 2010, una  cucina a isola composta da una serie di cassetti realizzati a mano. Prodotta da Schiffini, la cucina appare circondata da scatole di diverse dimensioni (apribili) organizzate in modo apparentemente casuale.

La Cucina drawer dall’aspetto dinamico quando non in uso, diventa ancora più drammatica  e forte quando i cassetti sono stati tirati fuori. E’ un’isola funzionale oltre a  una grande scultura, dall’aspetto astratto e decostruttivista , quasi come un’unità di archiviazione  esplosa.

La Cucina cassetto, progettata per essere collocata in un open space, come elemento divisorio tra la cucina vera e propria e la zona pranzo, prevede che il fronte dei cassetti sia rivolto allo spazio conviviale mentre la parte posteriore  più liscia e comoda si relaziona allo spazio di lavoro vero e proprio. Si crea così un legame più stretto tra la preparazione dei cibi e l’aspetto sociale del mangiare.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...