cucine a confronto

Ora che la crisi ecomomica impone appartamenti sempre più minimi, torna l’esigenza di avere spazi per cucinare attrezzati ma, altrettanto minimi. La Kitchen Cabinet di He Ruimin, propone di risolvere questo problema con un mobile compatto, apribile, e scorrevole in grado di adattarsi ad ogni spazio. Interessante, certo, ma non una novità nel campo delle cucine compatte. 

Negli anni sessanta, si ampliano gli studi sui sistemi d’automazione e miniaturizzazione. I designer italiani, all’avanguardia in questo settore, lavorano, assieme alle aziende costruttrici, alla sperimentazione di nuovi prodotti, atti a sfruttare al meglio gli spazi, sempre più ridotti, della casa. Applicata alla cucina, la miniaturizzazione porta ad una forte riduzione delle dimensioni degli elettrodomestici, fino a renderli portatili.
“La minikitchen progettata nel 1963 da Joe Colombo è la prima iniziativa italiana in tal senso: un cubo di frassino plastificato che racchiude fornello, frigorifero, un vano per le pentole, uno per le stoviglie e una serie di cassettini. Tutto per sfruttare il minimo spazio con il massimo della polifunzionalità”. (G. Brancato L. Medici. Lineamenti di storia della cucina.  Architetture del quotidiano. AA.VV. Liguori Editore, Napoli, 1995.)

Come la Mini Kitchen di Jo Colombo, la Kitchen Cabinet, contiene un frigorifero, una piccola dispensa, il piano cottura, il cestino per l’immondizia, un piano di lavoro che resta disponibile anche quando la cucina è aperta per lasciare spazio al fornello. Certo, ora le tecnologie e i materiali usati sono più avanzati ma il concetto di base rimane lo stesso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...