Cantine Perez Cruz

perez-cruz-winery3

 

perez-cruz-winery4

Il complesso architettonico – cantina, laboratorio e uffici dei vigneti Perez Cruz realizzato da Josè Cruz Ovalle a Paine, mette in campo una concezione edilizia insieme visuale e tattile,voluttuosa e sensuale.

Il profilo dell’edificio, localizzato in prossimità delle vigne, è morbido e richiama l’andamento sinuoso della catena andina. Il complesso delle cantine è concepito come uno spazio a contatto diretto con l’esterno: evocando le case di campagna cilene, nelle quali tra il portico e il patio esiste una relazione di continuità. Il gruppo architettonico si prolunga poi verso l’esterno grazie ad una serie di pilastri curvi che ricordano i tralicci delle viti.
La struttura sorge all’interno di un’area di 350 ettari nella zona centrale del Cile, territorio che offre condizioni privilegiate per la produzione vinicola. 

Lo spazio è definito dalla sequenza di luci e ombre, e soprattutto l’area del patio, è utilizzata per accogliere i visitatori o lavoratori, come durante la vendemmia. Quì la zona di transizione fra interno ed esterno è fondamentale e vi vengono svolte molte delle attività agricole.

Il concetto della sequenzialità è ripreso poi nell’ideazione di tre corpi volumetrici distinti e doppi, all’interno dei quali si completa il ciclo di produzione del vino: fermentazione, maturazione e imbottigliamento. In questi spazi è previsto il controllo della temperatura e dell’umidità; ad essi sono affiancati i laboratori e le sale di degustazione così come gli uffici e i servizi per il personale.

Un corridoio centrale attraversa i tre padiglioni, una “spina dorsale” che imprime al complesso un movimento morbido che, in accordo con la topografia, minimizza l’impatto visivo dello stabile nel territorio.

La scelta del legno lamellare concorre a determinare la flessibilità ed elasticità della struttura, qualità indispensabili per tollerare le deformazioni dei movimenti sismici. Inoltre, l’uso del legno rimanda alle caratteristiche principali del vino, bevanda soggetta a notevoli variazioni di colore, aroma e sapore.  È così che nella struttura realizzata dall’architetto Josè Cruz Ovalle la ricchezza della luce, la materia calda e le forme sinuose sono all’origine, come il vino, della voluttà dei sensi.

perez-cruz-winery2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...