Concorso Choc a porter

Tempo fa, con Gio, abbiamo partecipato al concorso choc a porter

concorso di design, promosso dalla Camera di Commercio di Torino, per il progetto di un nuovo modo di servire il cioccolato.

Sorpresa!!! Siamo stati selezionati tra i finalisti e il nostro progetto è stato esposto, all’interno del salone del gusto  nello stand della camera di commercio di torino.

aspettiamo ora di conoscere il nome dei vincitori.

1

2

3

4

 

relazione del concorso

Choc-à-Porter _ il miglior servizio per il cioccolato

 

Il progetto si fonda su un percorso-racconto, che va dal seme alla pralina, attorno al quale ruotano tutti i pezzi di cui è composto il Choc à Porter.

 

Si tratta di un RACCONTO DEI SENSI.

Il gusto del cioccolato, con le sue infinite note aromatiche, viene rafforzato dall’uso di tutti gli altri sensi.

La vista si esercita attraverso la lettura della composizione, dell’accostamento cromatico e delle informazioni fornite assieme al cioccolato (flyer).

Il tatto è stimolato dalla sensualità delle superfici dei contenitori in ceramica satinata, che rendono il piatto da portata quasi vellutato.

L’udito si lascia cullare dalla morbidezza dei suoni prodotti dal Choc à Porter, (i materiali usati non creano suoni acuti) che, uniti a quelli della rottura della tavoletta di cioccolato, creano una sensazione rilassante.

L’olfatto viene stimolato, non solo dai profumi inebrianti del cioccolato, ma anche dall’uso della posata-tester che permette, al contempo, di annusare il prodotto e di mangiarlo.

 

Il cliente, grazie all’aiuto dell’operatore compie una degustazione completa passando attraverso tre fasi:

1.      il contenitore della conoscenza. Si assaggiano, cioè le varie fasi di trasformazione del cacao.

2.     Il mondo dei CRU (cioccolato a filiera controllata). Un percorso che si compie attraverso l’assaggio di una sequenza di tavolette a percentuale crescente di cacao.

3.     Praline, Cioccolatini & Co. Degustazione della produzione specifica di ogni singolo produttore.

 

Caratteristiche

 

Il Choc à Porter si compone essenzialmente di quattro parti parti principali:

  1. Il vassoio-percorso in PMMA (metacrilato) di prima scelta (per alimenti), termoformato, semi-trasparente e con pigmentatura oro perlato.
  2. I vassoi in ceramica satinata con stampa, in colore arancione del logo Choc à Porter o del nome del ristorante
  3. Gli elementi di complemento. Alzatine per tavolette e cassetto del tagliere-contenitore in metacrilato di prima scelta semi-trasparente, color verde acido;  posateria in acciaio satinato color oro pallido; flyer informativi in cartoncino con indicazioni e colori a scelta.
  4. L’elemento copertura-protezione di forma morbida, quasi un drappo, a coprire il vassoio-percorso. Anch’esso in PMMA di prima scelta (per alimenti), termoformato, semi-trasparente e con pigmentatura oro perlato.Tutti gli elementi che compongono il Choc à Porter sono atossici e  lavabili a mano o in lavastoviglie.

La scelta di impiegare materiali che ammettono un’ampia gamma di pigmentazioni e gradi di trasparenza, permette di prevedere una produzione differenziata del Choc à Porter che ne amplia la possibilità di adattamento alla qualità cromatica e ai diversi stili degli ambienti destinati ad ospitarlo.

 

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...